Trentino Alto Adige


LA REGIONE DELLA NATURA

Il Trentino Alto Adige è una delle regioni a statuto speciale d’Italia e confina a est e sud-est con il Veneto, a ovest e sud-ovest con la Lombardia, a nord e a nord-est con i Länder austriaci Tirolo e Salisburghese, a nord-ovest con il cantone svizzero dei Grigioni. I suoi contorni ne definiscono la cultura mittle-europea, con contaminazioni che la rendono una delle regioni più interessanti dello stivale e attività che spaziano a seconda del mese dell’anno in sport, eventi e mercatini di Natale. Divisa in due province, una di Bolzano e una di Trento, l’Alto Adige concentra in sé la natura, i borghi, i castelli e un patrimonio agricolo unico nel suo genere, lì dove il tempo sembra essersi fermato ad antiche tradizioni di famiglia.
Il punto forte di questa regione è proprio l’alta concentrazione di attrattive naturalistiche, con catene montuose che toccano quasi i 4000 metri d’altezza, vallate incredibili e una fauna unica. Le temperature sono tipicamente delle zone di montagna, in inverno in alcuni punti è possibile toccare anche i -30 gradi centigradi, ma in estate in alcune zone pianeggianti si è trasportati nel pieno del clima mediterraneo, con picchi di 35 gradi. Ideale in qualsiasi periodo dell’anno per la neve, per il trekking, per sport legati generalmente alla natura, il Trentino Alto Adige offre diverse attrattive a seconda di dove ci si trova a villeggiare.

 

BORGHI SUGGESTIVI
La provincia di Bolzano si caratterizza per alcuni dei borghi più belli e suggestivi d’Italia, che potrete trovare nel Bressanone e nel Vipiteno. Queste zone a vocazione agricola presentano un’architettura tipicamente medioevale e vale la pena visitarle sia in primavera, che nel periodo natalizio, quando si trasformano in mercatini natalizi all’aperto, dove è possibile chalet dopo chalet, gustare i prodotti tipici del posto.
In provincia di Trento, capoluogo della regione, la vita invece scorre diversamente. La tipica vocazione agricola di queste zone come anche di quelle vicine a Bolzano, rende le case degli abitanti trentini un mix di abitazione e maneggi, fattorie e attività su diversi livelli, con il piano terra dedicato alle attività lavorative delle famiglie e i piani superiori alle residenze. Queste case botteghe fanno ben capire quali siano i tempi del Trentino, lenti e tradizionali. L’unica differenza, l’architettura delle due province. Quella di Bolzano e dintorni vive le infiltrazioni bavaresi, quelle trentine le venete.

 

LA STORIAla curiosità
Il mesolitico e la mummia Ötzi
I primi insediamenti dell’uomo risalgono a tempi remoti, fin dopo la glaciazione, attorno al 12.000 a.C. Proprio in Trentino Alto Adige è stata rinvenuta infatti la mummia del Similaun, detta anche Ötzi, uno dei ritrovamenti più eccezionali fatti fino ad oggi. La mummia ha una sua collocazione temporale a circa 5300 anni fa, e sul suo corpo vi sono presenti ben 61 tatuaggi, il che rendono Ötzi l’uomo tatuato più antico di cui si abbia conoscenza. Accanto al suo corpo sono stati ritrovati oggetti di uso quotidiano e armi di difesa, e la sua morte in un primo momento creduta per cause naturali, oggi sembrerebbe esser stata confermata da un colpo di freccia all’altezza della spalla, motivando la sua innaturale posizione, quasi volta all’ultimo tentativo disperato di prendere una freccia anch’egli da dietro la schiena, per colpire l’aggressore. La mummia ad oggi è conservata al Museo Archeologico dell’Alto Adige.

LE INFILTRAZIONI

Il Trentino Alto Adige vive del continuo contatto con le civilità che per essa sono transitate. Dagli ostrogoti, ai longombardi, fino ai Franchi e a Carlo Magno. Ancora prima di questi insediamenti l'epoca romana ne aveva sviluppato la parte architettonica e le strade e l'avvento del cristianesimo colpì profondamente gli stili di vita dei suoi abitanti. Al momento della terza guerra d'indipendenza italiana, pur essendo stata vinta anche la battaglia a Bazzecca da parte di Giuseppe Garibaldi, il Trentino Alto Adige non venne annesso all'Italia, dividendo così una regione il cui carattere era prettamente italico pur dovendo subire la forte differenza culturale con i germanofoni. Ciò fino alla prima guerra mondiale, quando successivamente alla vittoria dell'Italia nella guerra, la Regione venne finalmente annessa al Regno d'Italia grazie al trattato di Saint Germain. Al Regno d'Italia furono dati quasi 2/3 dell'intera regione, escludendo però il distretto di Lienz.

LE TRADIZIONI ENOGASTRONOMICHE

Il Trentino Alto Adige ha diverse caratteristiche enogastronomiche, tipicamente dal gusto di montagna, calde e avvolgenti. Vin brulè, strudel, i gustosi canederli e vini pregiati come l'Alto Adige Pinot Bianco, l'Alto Adige Valle Venosta Traminer aromatico, il Teroldego Rotaliano e il Trentino Muller-Thurgau. Da assaggiare lo speck, gustosissima specialità trentina.

Logo

Pinzolo è un comune montano di 3120 abitanti, del Trentino Alto Adige, in provincia di Trento, la cui altitudine è di 770 metri sul livello del mare.